Domenica, 04 Maggio 2014 22:54

La sicurezza prima di tutto: linee vita e dispositivi anticaduta

Scritto da 

Spesso nell'ambito della sicurezza si sente parlare di dispositivi anticaduta ed in maniera particolare di linee vita, per cui vediamo cosa sono e dove sono usati. Nel campo dell'edilizia è frequente eseguire interventi su coperture ad alte quote, questo espone i lavoratori ad elevati rischi, basti pensare che sebbene le morti sul lavoro nel settore edilizio siano diminuite, comunque più della metà accadono per cadute dall'alto. Da qui nasce l'esigenza di dotare tutti i lavoratori di adeguati dispositivi anticaduta ed in particolar modo delle imbracature e delle linee vita.

Dispositivi anticaduta

Un adeguato sistema di protezione su copertura è composta da un insieme di dispositivi anticaduta che prevedono:

    • Un punto di ancoraggio che consiste nel punto in cui tutto il sistema anticaduta si regge. Naturalmente la scelta di questo è fondamentale e generalmente deve avere una resistenza non inferiore a 1000 kg per ogni addetto ai lavori.
    • Un'imbracatura anticaduta che eviti rischi di lesioni e assorba i colpi in caso di caduta.
    • Un elemento di collegamento per connettere il punto di ancoraggio all'imbracatura.

Punti di ancoraggio: le linee vita

Le linee vita sono tra i dispositivi anticaduta più adatti da usare come ancoraggio per la sicurezza sulle coperture, e offrono un elevato grado di protezione. Queste generalmente sono metalliche e sono costituite da pali con occhielli. Vengono fissate sulle coperture dei fabbricati e collegate a cavi metallici per poi permettere di inserire i moschettoni delle imbracature anticaduta. Le linee vita possono essere realizzate in acciaio inox, in acciaio con zincatura a caldo o in corda. Nei nuovi fabbricati le linee vita sono installate in maniera permanente e l'installazione di questi dispositivi anticaduta è obbligatoria per legge, questo per permettere eventuali opere di manutenzione in sicurezza.

Letto 1757 volte