Mercoledì, 25 Marzo 2015 15:15

Acquisto di un’auto usata: tutte le pratiche necessarie

Scritto da 

Se avete deciso di acquistare un'auto usata, è bene informarsi scrupolosamente in merito a tutte le pratiche necessarie al fine di portare a termine la transazione in maniera corretta. Tutti i moduli vanno compilati con la massima attenzione perchè commettere qualche errore significa incorrere a multe salitissime.

La procedura per l'acquisto di un'auto usata, punto per punto:

  1. Deve essere redatto l'atto di vendita in favore dell’acquirente del veicolo. La firma del venditore deve essere autenticata. Il venditore deve inoltre fornire all’acquirente il certificato di proprietà del veicolo (CdP) e la carta di circolazione.
  2. Dalla firma per l'acquisto, avete a disposizione il termine di 60 giorni per regolarizzare la transazione e aggiornare la carta di circolazione con i propri dati corretti. Ci sono due modi per farlo: recarsi all’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile, oppure online, e sempre entro e non oltre il termine dei 60 giorni, occorre richiedere la trascrizione del passaggio di proprietà in motorizzazione oppure ad un ufficio del PRA (pubblico registro automobilistico).
  3. Una volta acquistata l'auto, non dimenticatevi di stipulare una RCA.

 

Tasse fisse da pagare:

  • marca da bollo da 14,62 euro da allegare alla copia del libretto di circolazione;
  • imposta di bollo per la registrazione al PRA, 29,24 euro;
  • commissioni per la Motorizzazione Civile 9 euro;
  • commissioni per l’ACI, 20,92 euro;
  • imposta provinciale di trascrizione, soggetta a cambiamenti in base alla potenza del veicolo e alla provincia e regione in cui risiedete.

Diversamente, se decidete di acquistare l'auto usata presso un'agenzia specializzata del settore, la procedura sarà semplificata e sarà a carico della stessa agenzia la quale si occuperà della gestione e della regolarizzazione di tutta la documentazione necessaria, rendendo più facile e veloce l’iter di acquisto. A Brescia potete rivolgervi per i passaggi di proprietà a Pratiche Auto San Giacomo.

Acquisto di un'auto usata all'estero

L’articolo 132 del Codice della Strada indica che i veicoli immatricolati all’estero non possono circolare in Italia per un periodo superiore ai dodici mesi altrimenti è necessaria la re-immatricolazione presso una sede della Motorizzazione Civile e la successiva iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico (comunemente chiamato PRA). Nel caso in cui il veicolo importato proviene da un Paese dell’Unione Europea, occorre rivolgersi allo Sportello Telematico dell’Automobilista (STA). In caso di veicolo usato bisogna presentare i seguenti documenti: documento d’identità dell’acquirente, l’atto di vendita con la firma del venditore autenticata da un notaio e redatto in bollo, la dichiarazione di conformità certificato di conformità europeo) con omologazione italiana o certificato di conformità europeo accompagnata dalla dichiarazione di immatricolazione rilasciata dalla Casa Costruttrice, oltre alla carta di circolazione estera con relativa fotocopia.

Letto 2177 volte Ultima modifica il Venerdì, 27 Marzo 2015 09:47