Mercoledì, 03 Agosto 2016 09:09

Scala illuminata…scala fortunata, o era bagnata?

Scritto da 

Ormai è risaputo, in una casa non contano soltanto tende, tappeti e mobili vari; c’è un elemento altrettanto importante e da curare nei minimi dettagli a scopo funzionale, ma anche, perché no, estetico: le scale, e nello specifico la loro illuminazione. Le scale interne a maggior ragione, costituendo una parte davvero importante in un'abitazione, devono essere trattate con un occhio, anzi con una luce, di riguardo soprattutto per la salvaguardia e la sicurezza degli abitanti.
Vediamo ora qualche possibile alternativa e suggerimento che valorizzi al meglio ogni diverso tipo di scala, senza dimenticare appunto, la sicurezza.

Se le vostre scale sono a giorno, ovvero dritte, composte da rampe di gradini rettilinei e possibilmente intercalati da pianerottoli che ne consentono l'accesso alle diverse parti delle costruzioni, esistono innumerevoli soluzioni, molte delle quali davvero innovative.
Per iniziare, avete a disposizione una bella scala in stile moderno? Che fortuna, potrete sbizzarrirvi in vari modi! Inserire dei led all'interno della struttura della scala, se i suoi gradini sono in alluminio e vetro o plexiglass, in modo che la luce venga irradiata da lì, è solo un'idea, tanto per cominciare. Valide alternative sono anche posizionare dei neon sotto la parte superiore di ogni scalino illuminando così quello sottostante, oppure mettere dei faretti incassati nella parte bassa del muro adiacente, proprio vicino ai gradini oppure ancora perché non aggiungere un tocco di colore? Inserendo fibra ottica che cambia tonalità attraverso dei faretti incassati nei gradini o nel passamano della ringhiera in vetro scaleitalianfashionstairs.it magari.
Si può infine, anche ricorrere ad un'illuminazione dall'alto attraverso plafoniere posizionate in sequenza che irradiano fasci di luce verso il basso.

Se invece le scale sono antiche, sarà impossibile maneggiare i gradini e bisognerà quindi optare per una illuminazione dell’ambiente circostante, dove esse sono collocate attraverso lampadari da abbinare allo stile della stanza e all'arredamento (cristalli Swarovski, vetro di murano per grandi hall o materiali più grezzi per ambienti più rustici). In quest'ultima scelta è importante anche ricordare la funzione della stanza nella quale la vostra scala è collocata. Intendo dire per esempio nei locali che usate per rilassarvi, tipo il salotto e il soggiorno, è più indicata un'illuminazione soffusa, mentre negli spazi piccoli, tipo disimpegni o luoghi solo di passaggio, un lampadario sarebbe superfluo, e dunque è meglio utilizzare le classiche "luci di cortesia" .
Ma torniamo alle nostre tipologie di scale e ancora, se volete illuminare al meglio una scala a chiocciola potete optare nel mettere un lampadario al piano di partenza e uno al piano d'arrivo, anche se in questo caso la zona centrale resterà comunque un po' in ombra. Per ottenere la migliore illuminazione per questo tipo di scale o per concentrare un fascio luminoso in un determinato punto sarà meglio infatti sostituire il lampadario sospeso con altre tipologie di lampade, tipo faretti o lampade a fluorescenza, magari montati sull'apposita guida elettrificata, che può anche ospitare più faretti o direttamente faretti multipli.
Le soluzioni sono molteplici insomma e lasciano ampio spazio alla fantasia, soddisfacendo anche le diverse esigenze di budget, aspetto che, purtroppo, non possiamo mai dimenticare.

Letto 750 volte Ultima modifica il Sabato, 11 Novembre 2017 01:56