Martedì, 15 Dicembre 2015 17:23

Come funziona la stampa digitale dei dati variabili?

Scritto da 

Il dato variabile permette di personalizzare la comunicazione con ogni cliente in maniera efficace, semplice e veloce. Quando l’esigenza è quella di dover diversificare la comunicazione commerciale di marketing per mezzo di contenuti dinamici, che variano di volta in volta tenendo in considerazione la singola persona che si vuole raggiungere, si utilizzano nuove tecnologie, e si parla appunto di stampa dei dati variabili. La stampa digitale dei dati variabili (VDP= Variable Data Printing) non è altro che una particolarissima applicazione a cui fa rifermento la stampa digitale, nella quale sia i testi, che la grafica e le immagini vengono personalizzate per ogni pagina stampata. Per fare questo si attinge direttamente dai dati presenti su database o su file esterni. La stampa digitale dei dati variabili permette di personalizzare ogni tipologia di stampato e di adeguarlo ai propri clienti o a qualsiasi tipologia di utente. Ma uno dei dati più impressionati è che proprio grazie alla stampa digitale dei dati variabili, esiste un ritorno di campagna marketing davvero molto alto. Di fatto è il “contatto”, o meglio, “l’approccio” con il Cliente che cambia e migliora e l’esempio è molto intuitivo, perchè esiste una grande differenza tra “Caro Cliente” e “Cara Lucia Rossi”. 

Come funziona?

La stampa digitale con dati variabili permette di poter stampare documenti sempre uguali con dei campi personalizzati e diversi su ogni singolo foglio stampato. Pertanto si tratta di una nuova modalità di stampa che offre una soluzione efficace per la gestione dei dati variabili anche su carta, permettendo di realizzare uno stampato inserendo campi variabili quale Nome e Cognome prelevandoli direttamente da un database. È possibile inoltre inserire in modo immediato contatori, codici a barre ed immagini legandoli ai campi esistenti. L’utilizzo dei dati variabili per il direct marketing permette di comunicare in modo mirato attraverso contenuti dinamici che si adeguano al singolo recipient e di raggiungere con una campagna pubblicitaria solo chi realmente è interessato a un certo settore o a specifici prodotti. Con questo tipo di stampa, non esistono limiti nella diversificazione della comunicazione ed è anche possibile scegliere diversi formati come biglietti da visita, tessere, depliant, cartellini prodotto, ecc.

Vantaggi della stampa dei dati variabili per il direct marketing

Grazie alla stampa dei dati variabili, è possibile creare in maniera rapida ed automatizzata, prodotti personalizzati come etichette, mailing, carnet di biglietti, inviti, codici a barre, ecc. E tutto ciò porta ad ottenere dei grandi vantaggi come un grande ed importante aumento riferito al ritorno nel direct marketing, soprattutto nella gestione della relazione con ogni singolo cliente. Invece di preoccuparsi di stampare cinque mila copie di uno stesso documento da inviare ai clienti, la stampa dei dati variabili permette di produrre cinque mila documenti uno diverso dall’altro, perchè permette di personalizzare ogni singolo cliente. La stampa con dato variabile, ha illimitato applicazioni, ed è molto utilizzata dalle aziende che intendono produrre e realizzare campagne pubblicitarie mirate alla vendita di un determinato prodotto. La stampa con dato variabile coniuga la flessibilità della stampa digitale ad un altissimo livello di personalizzazione rendendo unico ogni singolo foglio.

Letto 763 volte Ultima modifica il Martedì, 15 Dicembre 2015 22:58